Ir al contenido principal

Libros 2017: Poetica delle arti sacre.

Jean-Yves Hameline, Poetica delle arti sacre, Magnano 2017, 200 págs.

Questo insieme di testi rappresenta un notevole e originale contributo alla ricerca nell’ambito dell’antropologia rituale. In una vera e propria escursione poetica nell’universo della liturgia, questi scritti colgono la complessità dell’esperienza liturgica accostandola come una dinamica che si gioca a più livelli e nella quale si intrecciano riferimenti di tempo e di spazio, aspetti sensoriali, visivi, sonori, olfattivi. Sostando sui riti, sui gesti, sulle cose con uno sguardo rinnovato dal concorso delle scienze umane, l’autore ci aiuta a ripensare l’esperienza liturgica in quanto pratica della fede.

Jean-Yves Hameline (1931-2013), presbitero francese, nel 1968 fu chiamato a far parte dell’équipe del Centre national de pastorale liturgique e dal 1967 al 1997 insegnò all’Institut catholique di Parigi. Musicologo, ha contribuito alla riscoperta della musica liturgica francese dell’epoca barocca. In ambito liturgico, si è occupato dell’antropologia dei riti, di storia della liturgia, della relazione fra arti e liturgia, di teologia dei sacramenti e delle azioni liturgiche.

Índice:

Introduzione

UN PERCORSO METODICO RIVISITATO

Un metodo

La nozione di “dispositivo cerimoniale”

Un approccio paradossale

La fede manifestata nell’umiltà delle cose

L’interattività del rituale

“Funzionamento della celebrazione”

La logica dello spazio liturgico

L’orizzonte di una ricerca: liturgia e sacralità

parte prima
“DE REBUS LITURGICIS”

Una poetica delle “cose”

L’ALTARE: UN’OPERA D’ARTE?

LA CROCE: TRA COSMOLOGIA E STORIA

LA CROCE, LA TRACCIA E LO SGUARDO

PER NON FINIRLA DEL TUTTO CON L’ARTE SACRA... 

VETRATA

ESSERE SEDUTI

L’EFFIMERO E IL PERITURO

L’EFFIMERO E IL DUREVOLE

L’ANTICO E IL NUOVO 

Immanenza del passato

Il gusto della storia

IL SITO CERIMONIALE DEL LIBRO 

La scena rituale della lettura

Il sito logico della lettura

Una liminalità

“Ecclesia audiens”

Il libro

TERESA

“IMAGINES SACRAE”

IL SACRO CUORE O LA STORIA DI UNO SGUARDO DEVOTO

QUARANT’ANNI FA: LA COSTITUZIONE SULLA LITURGIA

“Ars congruens”

L’apparato della sacra liturgia 

La liturgia tout court

UNA “COMMITTENZA DI CHIESA” 

Artisti a contatto

Quando si dice: la chiesa

Saggezza e risolutezza

POETICA DELL’ALTARE

IL PIÙ E IL MENO 

L’altare

“Festivitas”

L’edificio-chiesa

OBBLIGO DI APPARIRE, TENTAZIONE DI SCOMPARIRE

LA SCENA LITURGICA DELLA LETTURA 

Un libro, un lettore, un uditorio

L’ambone

STATUE DEI SANTI PATRONI, STATUE DI DEVOZIONE 

IL COMPIUTO E L’INCOMPIUTO

ELOGIO DEL CALICE

OGGETTI IN CERCA DI SENSO

Il livello portante della produzione del senso: la proposta museale

Conflitti di interesse e assenza di interesse Superamenti?

OGGETTI DI PIETÀ: RIFLESSIONI FRAMMENTARIE SU UN FATTO DI RELIGIONE
DESIGN E SITO LITURGICO

COLORE E COLORI NEL SITO CERIMONIALE “Concupiscentia oculorum”

E noi?

parte seconda
ALLA RICERCA DI UNA PEDAGOGIA AI PRIMI TEMPI DELL’“INSTAURATIO LITURGICA”

FUNZIONAMENTO DELLA CELEBRAZIONE Un territorio marcato (I)

Bolla, vetrate, volta (II)

La composizione del luogo (III)

L’organizzazione gerarchica dello spazio (IV)

La produzione dell’illusione (V)

Gli agenti della celebrazione nel loro spazio (X)

Riti che si distribuiscono nello spazio (XI, XII e XIII) Altri luoghi, altri dispositivi (XIV)

LA FUNZIONE SANTUARIALE

La funzione santuariale

I fenomeni transizionali e la costituzione dello spazio potenziale I fenomeni transizionali

Patologia del santuario

Questo luogo terribile

“DISTANZA”, LUOGO E SPAZIO 

Rivedere le nostre categorie

Il luogo e lo spazio in termini di figure

CONSERVAZIONE E VANDALISMO

INSISTENZE FUNERARIE
Preliminari e dati di portata generale

Produzione dell’oggetto funerario 

Nel campo dell’ambivalenza

VISITA AL CIMITERO DELLE JONCHEROLLES